Senza categoria

Quasi come invincibili.

Qualche settimana fa pubblicai una stories in cui scrivevo “Una mamma non dovrebbe mai avere mal di testa”, ero sola a casa con Giordan e da quanto mi scoppiava la testa non riuscivo a stare in piedi. Beh, se sapevo cosa avrei dovuto passare qualche giorno fa, sono sincera, non mi sarei lamentata!

Domenica mi sono svegliata con febbre e virus intestinale, e essere una mamma malata, non è come essere malata senza figli piccoli! Due anni fa me ne sarei totalmente fregata, rimanendo a letto, pensando a guarire e a dormire il più possibile! Essere una mamma single malata è ancora peggio!!! Io vi giuro ho passato dei giorni infernali, pensavo davvero di non farcerla. Ma il pensiero non era per me. Da quando ho Giordan quando sto male, il primo pensiero è lui, ho paura che se mi dovesse succedere qualcosa sono sola a casa con lui. Mi sono fatta un sacco di pensieri, e se svengo e lui è solo? E se mi si alza la febbre e muoio? 😂 Ma se qualche anno fa sarei andata in panico perché potevo morire con la febbre alta, ora penso che lascio solo mio figlio! 
Avere un aiuto è molto, avere qualcuno su cui contare quando sei malata è tanto! Io sono una che non chiede mai, che al costo di svenire morta per terra cerco di fare tutto da sola! Aspetto sempre che parta dagli altri darmi una mano, ma la verità è questa, che se non ci pensi tu, non ci pensa nessuno! Non sono una circondata da amici e persone, ho imparato a selezionare tanto da quando è nato mio figlio. E sinceramente vi dico, non mi dispiace. Non mi dispiace stare per i fatti miei, non mi dispiace passare le serate a vedere serie tv, non mi dispiace affatto. Non mi faccio in 4 per fare amicizia, o per conoscere nuove persone. E non muoio nemmeno dalla voglia di uscire a passare qualche serata o chissà che. Mi basta uscire a fare una passeggiata con mio figlio, fare spesa, prenderci un gelato, fare un giro in macchina ascoltando bella musica. 

Quindi dicevo, forse sono andata oltre con altri argomenti. Dicevo, che io penso sempre di non farcela, ma alla fine ce la faccio sempre. Ho passato due giorni infernali con febbre alta e dolore ai reni, ma alla fine ce l’ho fatta a pensare non solo a me, ma anche a mio figlio. 

È strana come cosa, io ogni volta che penso di non riuscire a fare qualcosa penso al giorno del parto. Ricordo che dissi ai dottori “Io non ci riesco” ed ero convinta. Eccome se lo ero. Ma ci sono riuscita. Con le mie forze, da sola. Sono riuscita a fare un bimbo di 3.860 kg. Sono riuscita a mettere al mondo un miracolo. Ecco. Dovrei sempre pensare a questa cosa quando credo di non farcela. 

E poi penso anche ad un’altra cosa, mamme non voletemene. Penso alle mamme con tanti figli, e mi dico ma come fanno? Ma come fanno a far tutto?!? Come fanno a far tutto anche da malate?? E allora dico se ce la fanno loro, ce la farò di sicuro anche io solo con uno.

Tutto questo per dire che noi mamme a volte abbiamo il mondo sulla schiena. E quelle giornate in cui stiamo male pesa ancora di più. Ma c’è sempre qualcosa che ci fa arrivare a fine serata, a volte ridotte uno straccio, ma ci arriviamo comunque. Ci arriviamo scordandoci anche di non aver cenato, o magari come me che ogni sera metto l’acqua nel secchio per passare lo straccio e mi ricordo solo la mattina quando mi ritrovo quel secchio davanti. Ci arriviamo con le braccia stanche, e le gambe pesanti. Ci arriviamo mettendoci a letto truccate. Ci arriviamo e diciamo “Quasi quasi mi vedo un film”. Ma poi va a finire che è il film che guarda noi, mentre russiamo. 
Ci arriviamo anche se a volte vorremmo un po di tempo per noi. Io vorrei sedermi fuori al terrazzo con una vaschetta di gelato e una bella serie tv, non preoccupandomi che la mattina dopo un nano venga a darmi la sveglia mettendomi le dita negli occhi. 

Quindi mamme sole, mamme single, ragazze madri, mamme con tanti figli, mamme con uomini non presenti, mamme con uomini menefreghisti, mamme che vivono in un’altra città. Ognuna è mamma a modo suo, con le sue regole, con i suoi insegnamenti, ma una cosa ci accomuna tutte: L’amore per i nostri figli. Che ci farà scalare montagne anche con la febbre a 40. È questo il bello dell’essere mamma. Sembrare quasi invincibili!
A presto, vi abbraccio.

4 pensieri riguardo “Quasi come invincibili.”

  1. Sono a letto con fili che dorme…come sai non sto passando un bel periodo,ma questo post,le tue parole,i tuoi pensieri ,le tue riflessioni,per me sempre giusti mi fanno sentire come “coccolata” meno sola..noi mamme abbiamo un cuore grande e una bellissima sensibilità che molte persone non hanno e non capiscono .te lo dico sempre e continuerò a dirtelo,ti amo tanto,come persona e come madre,e grazie per i momenti che mi dedichi nella tua giornata per rispondere ai miei messaggi..davvero grazie.chi ti conosce deve ritenersi fortunato,un abbraccio enorme!!!! 😘

    Mi piace

    1. Al ti amo tanto mi sono sciolta ahahah forse era un bel po che qualcuno non me lo diceva, ha fatto uno strano effetto 😛❤ non devi ringraziarmi, lo faccio con piacere! Goditi fili oggi, goditelo più che puoi, quando puoi! Sono sicura che apprezzerà tantissimo la sua mamma quando capirà 💗💗💗💗

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...